Punta Giradili Trekking Sardegna Turismo Attivo credits to Naturally_Exposed "Punta Giradili" on Flickr, distribuita con licenza CC BY 2.0

Turismo attivo in Sardegna e in Italia

Cosa sappiamo, ad oggi, del Turismo attivo in Sardegna. Motivazioni, mercati, discipline.
Total
0
Shares

Il turismo attivo in Sardegna rientra all’interno del turismo esperienziale, definito come gli interessi, gli hobby e le passioni che possono essere portate in viaggio e diventano motivazione di scelta del viaggio stesso. Quello che va quindi compreso è che il turista non cerca soltanto una vacanza. Infatti cerca anche un momento in cui coltivare questi interessi allo scopo di affermare la propria persona.

L’affermarsi delle “nicchie” nel settore turistico, ossia di prodotti turistici confezionati intorno ad un interesse o una passione particolare, è stata ed è una delle tendenze più significative negli ultimi anni che ha contribuito a modificare e ampliare il concetto di prodotto/servizio turistico. Non è più solo importante il luogo della vacanza ma le attività che vi si possono svolgere.

Turismo sportivo: un segmento del turismo attivo

Il rapporto fra turismo e sport fa emergere un nuovo tipo di turismo, definito come turismo sportivo, facente parte della grande categoria di turismo attivo. Possiamo distinguerne 4 diverse tipologie:

Definizioni di turismo attivo e sportivo
  • Sport turismo, relativo a chi svolge sport a livello agonistico;
  • Turismo sportivo di business, relativo a tutti quelli individui che lavorano per l’organizzazione di eventi sportivi;
  • Turismo sportivo di loisir, riferito a chi pratica uno sport per puro piacere a livello amatoriale,
  • Turismo sportivo di spettacolo, riguardante chi viaggia per assistere a eventi sportivi.

L’importanza del fenomeno del turismo attivo

La problematica principale che riguarda il turismo attivo in Sardegna sono la scarsità dei dati, che non ci permette di avere un quadro generale recente, né di capire quale la proporzione in combinazione o distintamente dal turismo balneare, sempre preponderante. Grazie ai pochi studi svolti nell’anno 2013 sappiamo che genera dai 12 ai 15 mln di arrivi internazionali ogni anno, con previsioni di crescita di circa il 6% annuo nel breve termine.

Il turismo attivo rappresenta il 10% dell’industria turistica mondiale, per un fatturato generato di circa 800 mld di $. I principali Paesi di origine dei turisti sportivi sono Regno Unito, Germania, Italia, Spagna, Danimarca, Svezia e Finlandia.

I principali segmenti di turismo attivo
I principali segmenti di turismo attivo

In Italia 15,5% è turismo sportivo domestico e il 18,6% è internazionale. Il primo segmento del turismo attivo è lo Sci (17,9%), a seguire ciclismo (11,4%), trekking (8,5%) Vela (4,4%) Surf/Windsurf (4,3%), tennis (4,1%), alpinismo ( 4,1%), sub (3,4%) e equitazione (2,5%).

Grazie a studi più recenti svolti dal Touring Club Italiano nel 2017 sono emerse le attività sportive che in vacanza sono praticate più frequentemente: al primo posto troviamo i cammini a piedi o in bicicletta con il 64% (ad es. la Via Francigena). A seguire il cicloturismo con il 57%, che si presenta come un segmento in continua crescita.

Proseguendo troviamo l’escursionismo che insieme al trekking formano il segmento più importante (79%). Seguono i percorsi in mountain bike (24%), le vacanze a cavallo (4%) e il climbing (4%). Infine abbiamo un 9% formato da competizioni a piedi e in biciclette che rappresenta il turismo sportivo a livello agonistico.

Le motivazioni del Turismo Attivo

Le motivazioni che stanno alla base del turismo attivo sono principalmente la scoperta di territori in modi differenti, motivi di salute e benessere psicofisico, la volontà di soddisfare una passione e affrontare una sfida con sé stessi.

Le principali motivazioni che spingono il turista a prediligere il turismo attivo
Principali motivazioni alla base del turismo attivo

Un altro dato interessante emerso dallo studio svolto dal TCI è che fra le regioni in Italia più riconosciute per il turismo attivo, la Sardegna si presenta prima fra le regioni del Mezzogiorno.

Le regioni più riconosciute per il turismo attivo in Italia
Le regioni più riconosciute per il turismo attivo in Italia

Riavvolgi il nastro sul Turismo Attivo in Sardegna in questa puntata di AperiTurismo:


Immagine di copertina: Punta Giradili Trekking Sardegna Turismo Attivo, credits to Naturally_Exposed “Punta Giradili” on Flickr, distribuita con licenza CC BY 2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Registrati alla nostra Newsletter

Ti informeremo su progetti, ricerche, statistiche ed eventi di AperiTurismo! Stay tuned!

Potrebbe piacerti anche
panoramica del Capo Boi Falkensteiner

Digital Marketing in Hotel 5*: gli indicatori di base. Il caso Falkensteiner Resort di Capo Boi.

Pianificare la strategia digitale di un Hotel 5 stelle per famiglie in una destinazione stagionale come la Sardegna non è semplice. Però è possibile e si può anche cercare di limitare le cancellazioni e allungare la stagione. I consigli sul tema di Gianluca Borgna, Marketing Manager Falkensteiner Capo Boi.
Visualizza Post